Cercare il volto di Dio nella nostra vita comporta la disponibilità a metterci in cammino.

Cercare il volto di Dio non è una esperienza intellettuale, ma un incontro personale. Il Vangelo di oggi che racconta la "trasfigurazione" di Gesù è anche un annuncio di consolazione. "Alzatevi e non abbiate paura" oggi è rivolta a noi

Le due parole di questa domenica sono:

FERMARSI: non sempre possiamo correre, occorre fermarsi, prendere del tempo per la nostra vita spirituale

ASCOLTARE: imparare ad ascoltare, anche tra di noi ci rivela il volto di Dio

Per cambiare lo sguardo sulla nostra vita occorre fidarsi di Dio. La Parola che ascoltiamo questa domenica ci mette di fronte alla tentazione: in noi opera la tendenza a voler essere "come Dio", cioè a decidere da noi stessi cosa è bene e che cosa è male per noi, a volere essere padroni della nostra storia. La tentazione mette alla prova la nostra fede, ci propone idoli da adorare con facilità, senza rischio, senza "scommettere" su Dio. Gesù ci chiede di cambiare mentalità, di riaffermare il primato di Dio nella nostra vita.

Le due parone di questa domenica sono:

PENITENZA: da vivere per la conversione

EVITARE: evitiamo ciò che sappiamo ci porta al peccatto e scegliamo la via del bene e della gioia

LA CHIESA AL TEMPO DEL CORONAVIRUS

In seguito alle indicazioni espresse dal DPCM 8.3.2020 del Presidente del Consiglio dei Ministri, dalla Conferenza Episcopale Italiana e dal Vescovo Calogero Marino per la diocesi di Savona – Noli, si proseguono le restrizioni previste sino al 13 aprile compreso:

  • Le chiese parrocchiali restano aperte per la preghiera personale.
  • Le Messe feriali e domenicali non saranno celebrate; anche le altre forme di preghiera comunitaria sono soppresse.
  • I funerali non saranno celebrati in chiesa.
  • Il catechismo e le attività formative o caritative di gruppi di persone sono sospese.
  • Si raccomanda la preghiera personale e il ricordo dei nostri fratelli e sorelle, in particolare quanti sono nella malattia e nella sofferenza.

Si raccomanda inoltre alle persone anziane in quanto soggetti più a rischio – in modo particolare a chi ha più di 75 anni – di non accedere ai luoghi di culto anche con la presenza di poche persone per evitare possibili contagi e di sostare solo lo stretto necessario.

 

 

Iniziamo insieme il tempo di Quaresima

A somiglianza dell'antico popolo d'Israele che camminò per quarant’anni nel deserto per essere pronto ad entrare nella terra promessa, la Chiesa, il nuovo popolo di Dio, si prepara per quaranta giorni per celebrare la Pasqua del Signore. Pur essendo un tempo penitenziale, non è un tempo triste e opprimente. Si tratta di un tempo speciale di purificazione e di rinnovamento della vita cristiana, per poter condividere in maggior pienezza e gioia il mistero pasquale del Signore.

Ore 18,00 Parrocchia SS. Nazario e Celso:

celebrazione dell’Eucaristia e imposizione delle ceneri

Ore 21,00 Parrocchia S. Ambrogio:

liturgia della Parola e imposizione delle ceneri con possibilità di confessioni individuali

NATALE DEL SIGNORE

Orario delle celebrazioni

 24 dicembre – Notte di Natale

ore 22.00                   Messa a San Rocco

ore 24.00                   Messa in parrocchia

IL 24 DICEMBRE NON VIENE CELEBRATA LA MESSA PREFESTIVA DELLE ORE 18

 25 dicembre – Natale del Signore

ore 10.30 e 18.00      Messa in parrocchia

29 dicembre – Santa Famiglia

ore 9.00                      Messa a San Rocco

ore 10.30 e 18.00      Messa in parrocchia

31 dicembre – ultimo giorno del 2019

ore 18.00  Messa in parrocchia e canto del “Te Deum” di ringraziamento

1 gennaio – S. Maria Madre di Dio

ore 9.00                       Messa a San Rocco

ore 10.30 e 18.00      Messa in parrocchia